Perché affidarsi a un broker assicurativo è una scelta vincente?

Perché ti consente di individuare la migliore polizza adatta alle tue esigenze.
Eurobroker ti fornisce un’assistenza continua.

Eurobroker: la storia

La passione per il nostro lavoro come fattore di crescita per Eurobroker

Siamo nati nel 1977 a Bolzano per rispondere alle esigenze della realtà imprenditoriale regionale.

Il settore dei trasporti a fune ha rappresentato un importante punto di partenza, che ha permesso in seguito a Eurobroker di assumere l’incarico di consulente fiduciario di diversi Enti Pubblici delle Province di Trento e Bolzano.

Nell’anno 1982 veniamo associati all’A.I.B.A -Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni- e nel 1984 siamo tra le prime società che entrano a far parte dell’Albo Italiano dei Broker di Assicurazione.

Queste prime tappe, che hanno sancito la nostra posizione non solo a livello regionale ma anche a livello nazionale, ci hanno consentito di volgere il nostro sguardo anche verso l’estero. Nel 1991 costituiamo assieme ad altri Brokers l’European Insurance Brokers Consortium, che ci permette di attingere ed offrire una rete capillare di partners. Questo percorso si completa con l’ingresso di Eurobroker nel mercato dei Lloyd’s nel 1993 come correspondent.

Parallelamente negli anni abbiamo ampliato la nostra realtà di business: grandi aziende commerciali, medie imprese industriali e liberi professionisti rientrano attualmente a pieno titolo nei settori di nostra competenza.

Dal 2008 abbiamo sviluppato servizi anche nel settore dell’energia rinnovabile mediante l’individuazione di soluzioni di alto profilo disegnate in base alle esigenze del Cliente, utilizzando prodotti informatici e software gestionali dedicati, da sempre punto di forza di Eurobroker.

Ogni Cliente ha una sezione dedicata nel nostro sito, in cui poter consultare le proprie polizze e i sinistri.

La nostra ricerca prosegue ancora oggi per offrire servizi e nuovi prodotti assicurativi al passo con i tempi e che rispondano alla continua domanda di aggiornamento e innovazione del settore.